quanto costa un fotografo di matrimonio?

parliamo di prezzi

Prima di ingaggiare un fotografo per il proprio matrimonio è indispensabile porsi alcune domande e valutare alcuni fattori. In questa pagina troverete alcuni spunti di riflessione e indicazioni di prezzo per chiarirvi le idee:

che livello qualitativo cercate?

 

Partendo ovviamente dal presupposto che nessuno vuole spendere più del dovuto, bisogna tener presente che un preventivo molto basso coincide in genere con un servizio altrettanto basso. Il criterio per valutare un buon rapporto qualità/prezzo si basa sulla professionalità del fotografo, sulla passione che mette nel suo mestiere, sulla sua bravura a livello artistico e competenza tecnica, sulla sua capacità d'osservazione e sul tempo/risorse che dedica agli sposi per garantire loro un servizio adatto ai loro gusti e alle loro esigenze.

quali rischi siete disposti a correre?

 

Con l'avvento della fotografia digitale, sempre più persone hanno iniziato a improvvisarsi fotografi di matrimonio a costi estremamente allettanti... anche troppo! Per ovvie ragioni, accade in genere che a un preventivo molto basso coincida un servizio altrettanto basso. Questo avviene anche nel caso di fotografi molto dotati, che per star dentro a tariffe tanto ristrette dovranno necessariamente offrire un servizio commisurato al compenso pattuito. La stessa cosa può avvenire anche per i fotografi che pianificano troppi servizi fotografici l'anno, poiché il loro lavoro sarà basato sulla quantità piuttosto che sulla qualità.

In generale, consiglio assolutamente di diffidare da strategie commerciali poco trasparenti/oneste come ad esempio far pagare poco il servizio fotografico per "agganciare" i clienti, per poi rifarsi economicamente su tutte le lavorazioni complementari che ruotano attorno al reportage (album di nozze, vendita a parte dei negativi/file del servizio fotografico, quote aggiuntive per ogni foto da inviare a parenti/amici, ecc...) o economizzando sul tempo dedicato alla post-produzione o alla qualità di impaginazione e stampa dell'album. Esigete sempre risposte chiare e trasparenti - messe per iscritto - su tutto quello che riguarda prezzi, pagamenti e clausole varie. Prima di confermare l'ingaggio dovrete avere ben chiaro a chi vi state affidando.

quanto costa un fotografo di matrimonio?

 

I prezzi per un reportage di nozze possono variare molto. Un fotografo alle prime armi può offire tariffe a partire da 600 euro, mentre un fotografo affermato può arrivare a chiedere anche dieci volte tanto (in parte a causa di costi fissi, in parte per ammortizzare gli investimenti destinati alla presenza in fiere di settore, partnership con wedding planner e agenzie, ecc...). Una via di mezzo è offerta dai fotografi che si promuovono su web, abbattendo in questo modo i costi destinati allo studio e alla pubblicità, offrendo un buon servizio a prezzi relativamente contenuti: la tariffa per questi fotografi va normalmente dai 1200 euro a salire.

quali aspetti incidono sul preventivo?

 

Il cachet per ingaggiare un fotografo di matrimonio professionista è in genere influenzato da questi fattori:

  • esperienza del fotografo
  • costi di formazione/aggiornamento (corsi, webinar, riviste specializzate...)
  • costi di manutenzione/implementazione dell'attrezzatura
  • ore di lavoro concordate e disponibilità offerta
  • costi per trasferte/spostamenti
  • il fotografo ha uno studio o si promuove su internet
  • eventuale presenza di assistenti/collaboratori
  • eventuale ingaggio tramite fiere per sposi
  • scelta tra album di nozze, fotolibro o dvd
  • servizi/richieste extra
  • tasse

john ruskin diceva...

 

John RuskinJohn Ruskin (1819-1900) è stato il principale critico d'arte inglese di epoca vittoriana, oltre che un mecenate, disegnatore, acquerellista, filantropo e un pensatore sociale di grande rilievo. Ruskin sostenne incessantemente la teoria secondo la quale l'uomo e la sua arte devono affondare le proprie radici nella natura e nell'etica. Autore di numerosi trattati sull'arte, la sua opera scritta rappresenta una fonte inesauribile di raffinate citazioni. Riporto di seguito una delle mie preferite, ancora attualissima, che riassume alla perfezione i rischi legati alla tentazione di cedere ad offerte troppo basse.

 

It's unwise to pay too much,
but it's worse to pay too little.
When you pay too much,
you lose a little money - that's all.

When you pay too little,
you sometimes lose everything,
because the thing you bought
was incapable of doing
the thing it was bought to do.

The common law of business balance
prohibits paying a little
and getting a lot - it can't be done.

If you deal with the lowest bidder,
it is well to add something
for the risk you run,
and if you do that you will have enough
to pay for something better.

 

Non è saggio pagare troppo,
ma pagare troppo poco è peggio.
Quando si paga troppo,
si perde un po' di denaro, e basta.

Ma se si paga troppo poco,
si rischia di perdere tutto,
perché la cosa comperata
potrebbe non essere all'altezza
delle proprie esigenze.

La legge dell'equilibrio negli scambi
non consente di pagare poco
e di ricevere molto: è un assurdo.

Se si tratta col più basso offerente,
sarà prudente aggiungere qualcosa
per il rischio che si corre,
ma se si fa questo si avrà abbastanza
per acquistare qualcosa di meglio.

...seguimi anche su facebook!


Se ti piace questo sito e vuoi essere sempre aggiornato sulle novità della piccola "ape operosa", clicca sul pulsante "MI PIACE" che trovi più in basso ed entra a far parte della mia community su FaceBook!